FAQ
CHI CONDUCE L'INDAGINE E CHI EFFETTUA LE INTERVISTE?
L'indagine è promossa dall'Isfol e condotta dall'Area Analisi e Valutazione delle Politiche per l'Occupazione dell'Isfol.
L'Istituto DOXA SPA, aggiudicataria della gara d'appalto bandita dall'Isfol, effettua materialmente le interviste.

CHE COS'È L'ISFOL?
L'Isfol - Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori) è un ente pubblico di ricerca vigilato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
L'Isfol si occupa dei temi della formazione professionale, del lavoro e delle politiche sociali; fornisce supporto tecnico-scientifico al Ministero del lavoro e delle politiche sociali ed opera a supporto dello Stato, delle Regioni e Province autonome, Enti locali, Istituzioni nazionali pubbliche e private.
L'Isfol è membro del SISTAN (Sistema statistico nazionale) a garanzia, oltre che della qualità della ricerca, anche della tutela della privacy dei dati rilevati.

CHE COS'È L'INDAGINE SULLA MOBILITÀ GEOGRAFICA DEI DOTTORI DI RICERCA?
L'Isfol - Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori - sta svolgendo una ricerca sui dottori di ricerca che permetterà di quantificare e qualificare il fenomeno della "fuga dei cervelli", con l'obiettivo di definire le caratteristiche, la consistenza e le motivazioni alla base degli spostamenti geografici (nel territorio nazionale e fuori) delle persone in possesso del dottorato di ricerca.
La ricerca è supportata da un'indagine statistica che permette di costruire una base informativa utile a valutare le iniziative predisposte da istituzioni pubbliche - a livello nazionale, regionale o locale - per favorire il rientro dei "cervelli".

QUAL È L'OBIETTIVO DELL'INDAGINE?
L'obiettivo principale dell'indagine è definire la consistenza, le caratteristiche e le motivazioni del flusso di persone altamente qualificate (dottori di ricerca) che dopo aver ultimato il proprio percorso di studi in una determinata regione italiana, decide di trasferirsi altrove.
La rilevazione permette di quantificare e qualificare il fenomeno del brain drain in Italia e di costruire una base informativa utile ad analizzare il fenomeno e valutare le iniziative predisposte dalle istituzioni pubbliche per favorire il rientro dei "cervelli".

A CHI È RIVOLTA L'INDAGINE?
L'indagine è rivolta a un campione di individui che hanno conseguito il dottorato di ricerca nel 2006. Ogni individuo è stato estratto con criterio di scelta casuale dalle liste anagrafiche dei dottori di ricerca fornita dall'Istat. Il campione è composto da 7.000 dottori di ricerca residenti sul territorio italiano e estero.

A CHI MI POSSO RIVOLGERE PER AVERE CONFERMA SULLA VERIDICITÀ DI QUESTO CONTATTO?
L'Isfol ha attivato un Numero verde per richieste di informazioni e chiarimenti. Il Numero verde è 800 013 905 ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 20,00.
Altrimenti può scrivere una e-mail all'indirizzo: dottoridiricerca@isfol.it. È inoltre possibile consultare il sito dell'Isfol: www.Isfol.it

COME AVETE AVUTO IL MIO NOMINATIVO?
I nominativi degli individui da intervistate sono stai estratti casualmente dall'anagrafe delle persone che hanno conseguito il dottorato di ricerca nel 2006. L'anagrafe ci è stata fornita dall'Istat a seguito di una convenzione stipulata tra Istat e Isfol.

PERCHÈ È NECESSARIA LA MIA COLLABORAZIONE?
Solo attraverso un approfondito studio della realtà e del fenomeno della mobilità geografica dei dottori di ricerca conoscendo la realtà l'Isfol può fornire ai decisori gli strumenti di analisi per intervenire con politiche mirate, adeguate ed efficaci. Per questo motivo è necessaria la sua collaborazione, come quella di tutti gli altri individui che sono stati selezionati.

PERCHÈ SONO STATO SCELTO PER PARTECIPARE ALL'INDAGINE?
L'indagine ha come popolazione di riferimento tutti coloro che hanno conseguito il dottorato di ricerca nel 2006. Ogni individuo è stato estratto con criterio di scelta casuale dalle liste anagrafiche dei dottori di ricerca fornita dall'Istat secondo una strategia di campionamento volta a costituire un campione statisticamente rappresentativo delle variabili oggetto d'indagine.
Il campione è composto da 7.000 dottori di ricerca residenti sul territorio italiano e estero e lei è uno di questi.

QUALI INFORMAZIONI MI VENGONO RICHIESTE?
Nelle prossime settimane, un rilevatore della società Doxa s.p.a., da noi incaricata della raccolta dei dati, la contatterà telefonicamente o via web, per rivolgere alcune domande.
L'intervista sarà realizzata attraverso la somministrazione di un questionario suddiviso in sei sezioni.
La sua collaborazione e disponibilità saranno, pertanto, fondamentali per la buona riuscita della ricerca.

COME VIENE GARANTITA LA MIA PRIVACY?
Per legge, tutti coloro che lavorano, a qualunque titolo, a questa indagine hanno sottoscritto un accordo di riservatezza per mantenere riservate le informazioni fornite dagli intervistati. Nel rispetto della privacy , tutte le informazioni che potrebbero ricondurre a un singolo individuo non verranno rilasciate né pubblicate, ma saranno distrutte al termine dell'indagine.
I risultati dell'indagine verranno diffusi esclusivamente in forma aggregata o in modo tale da rendere impossibile l'identificazione degli intervistati.

ORA NON HO TEMPO POSSO FARLO IN UN ALTRO MOMENTO
Si, l'indagine si svolge per un periodo tempo di circa 4 mesi; pertanto, può concordare con l'intervistatore che l'ha contattata un appuntamento nel giorno e nel periodo per lei più comodo.

NON POSSO FARE L'INTERVISTA PER TELEFONO C'È UN ALTRO MODO
L'indagine è di tipo telefonico e si avvale di intervista web solo nel caso in cui vi sia un'oggettiva impossibilità a svolgere l'intervista telefonica.
In tal caso la preghiamo di informarci tramite il canale di contatto che preferisce.
Unione Europea Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali FSE